Chi siamo

Se hai problemi nel visualizzare il video clicca qui

Osculati è l'azienda leader in Italia e una tra le prime in Europa per l'accessoristica nautica. Con oltre 21.000 referenze e garantendo una disponibilità della merce superiore al 98%, il suo è il più importante magazzino di materiale nautico in Europa, ed uno dei più forniti al mondo.
Distributore dei principali marchi internazionali, ha una produzione propria di oltre 7.000 articoli, grazie ad un reparto Design & Engineering interno all'azienda.

L'azienda è da sempre un punto di riferimento sicuro per professionisti e diportisti: il 70% degli ordini provenienti dall'interno dell'Unione Europea viene spedito il giorno successivo alla ricezione dell'ordine, mentre il 30% viene spedito il giorno stesso.

alt

Oggi Osculati è presente in migliaia di negozi e cantieri in 100 nazioni nel mondo, può contare su una forza vendita composta da 18 agenti in Italia e 9 nel resto del mondo. Due sedi principali a Milano e Lucca, 116 dipendenti ed una superficie totale di 18.000 m2.

alt

E' con orgoglio che la terza generazione Alberto, Giorgio e Claudia Osculati, affianca il Presidente Mario Osculati nella conduzione della società, con l'aiuto dei soci Francesco, Stefano ed Alessandro Gambogi.

L'azienda, nata nel 1958 come primo negozio di accessori nautici a Milano, si afferma oggi nel mercato globale con un fatturato di € 65 milioni nel 2017, scelta come partner ufficiale di alcuni dei più grandi marchi del settore come Lewmar, Whale, Oceanair, Polyform, Marlow, etc.. conquista anche 4 premi come miglior distributore negli ultimi anni.

La continua ricerca volta all'innovazione e alla qualità, l'investimento in strumenti utili ad un controllo intensivo delle materie prime (come la camera a nebbia salina) caratterizzano da sempre Osculati a cui ormai si affidano i maggiori cantieri mondiali.

alt

La storia

La storia dell'azienda raccontata da Alberto Osculati in un'intervista di Radio 24 (19 ottobre 2014).

alt

Se hai problemi ad ascoltare correttamente l'intervista clicca qui